Storia dell’azienda

Dal 1925
Franz Rohde Otto-Clemens Rohde Guenter Rohde
Franz Rhode
† 1957
Otto-Clemens Rohde
† 1967
Günter Rohde

 

City store Göttingen
1946 – Sede nella città di Göttingen

 

Per il fondatore Franz Rhode, nonno dell'attuale proprietario Günter Rohde, i primi anni di storia dell'azienda, nei cosiddetti "dorati anni '20", sono tutt'altro che dorati. La storia ha inizio nel 1925, in un cortile di Göttingen dove venivano realizzati articoli in metallo levigati, lucidati e nichelati. I committenti erano principalmente clienti privati per i quali venivano eseguite ravvivature e riparazioni. Tre anni più tardi iniziarono a eseguire anche la rifinitura di superfici metalliche per le attività locali.

Wooden nickel bath
1925 – Una vasca per nichelatura in legno tipica dell'epoca

Nel 1934 aggiunsero al programma l'argentatura galvanica, quindi allestirono una linea di produzione propria parallelamente ai lavori sotto contratto. Iniziò la vendita di prodotti per la casa in ottone cromato o argentato lavorati a mano, come barattoli portabiscotti, cesti portafrutta e tabacchiere, oltre a oggetti come bracciali a maglie e spille.

Catalogue Rhode products
1947 – Catalogo dei prodotti Rohde

 

Schmuck

Dopo la fine della seconda guerra mondiale in una delle sedi cittadine venivano venduti anche carrelli per strumentazione e per i servizi da tè con vassoi in alluminio anodizzato e tavolette per uso formativo del medesimo materiale. A quell'epoca per l'anodizzazione era necessaria anche una licenza.

Hand craft
Prodotti realizzati tra il 1936 e il 1949

Tea trolley
1947 – Carrello per servizio da tè

 

Göttingen factory
1958 – Azienda costruita nel 1949 a Göttingen

 

A causa dei sostanziali cali nelle vendite a seguito della riforma valutaria, nel 1949 la produzione propria fu interrotta di nuovo e fu mantenuta solamente la rifinitura delle superfici metalliche in un nuovo stabilimento già costruito nell'area di Maschmühlenweg. Nel maggio 1967, alla morte del padre, Günter Rohde subentrò nella direzione dell'azienda all'età di 27 anni. Le responsabilità con cui confrontarsi erano grandi: i locali e lo stallo degli investimenti reperiti lo accompagnarono per tutto il tempo dell'incorporazione. Pochi anni dopo il conseguimento della laurea, pur impiegato subito nella ricerca fin dall'inizio della carriera, non vi furono ulteriori possibilità di coprire gli obblighi finanziari. Negli anni successivi tutti gli sforzi furono dedicati solamente al rinnovo e alla costruzione degli impianti necessari alle lavorazioni delle superfici metalliche. Nel 1969 il processo di anodizzazione fu trasferito per 4 anni nel magazzino di una piccola ditta di lavorazione di metalli acquistato nella zona di Rosdorf. A questa tappa intermedia, nel 1973 seguì il trasferimento del reparto anodizzazione a Nörten-Hardenberg. Da allora e fino ai giorni nostri l'azienda continua la sua produzione insieme alle attività costruttive praticamente senza interruzioni.

Nel 1978 si è aggiunta di nuovo anche la produzione all'offerta di servizi legati ai processi di lavorazione delle superfici. Maniglie industriali di varie dimensioni sono state vendute finora a livello mondiale sia direttamente che tramite diversi rivenditori tedeschi e i 34 partner aziendali.

Dalla rimessa in funzione della nuova fabbrica nel 1973 a Nörten-Hardenberg l'azienda si è sviluppata in 13 fasi costruttive fino all'attuale dimensione di 13000 metri quadri di superficie produttiva.

Nei locali aggiunti nelle fasi 11 e 12 sono stati completati nel 2010 un centro logistico e uno dei più moderni impianti galvanici.

Nörten-Hardenberg factory
1973 – Fabbrica a Nörten-Hardenberg, prima fase costruttiva

Anodizing plant
1969 – Impianto di anodizzazione presso Rosdorf

1st handles catalogue
1979 – Primo catalogo di maniglie